Restauro "Madonna con Bambino e Santi" di Niccolò di Tommaso

L'opera (XIV sec.) fa parte del percorso museale di Santa Maria Nuova

Sostienici
Ultimo aggiornamento:06/12/2015 13:05:01

Il dipinto (tempera; cm. 135x67, 140x66, 153x65) su tavola cuspidata, eseguito a tempera su fondo oro, è riferito comunemente dalla critica all’attività di Niccolò di Tommaso, pittore fiorentino di cui si hanno notizie dal 1339 al 1376 circa. L’opera mostra una chiara impronta stilistica derivata da Nardo di Cione, di cui l’artista fu allievo. I tratti caratteristici della pittura di Niccolò di Tommaso emergono chiaramente da quest’opera dalla composizione elegante e dai modi aggraziati delle figure che vestono abiti preziosi e riccamente decorati. Le immagini della Madonna e del Bambino sono minuziosamente descritte così come le figure dei santi che, privi di ogni effetto tridimensionale, emergono da un prezioso fondo dorato.
L’opera appare in mediocre stato di conservazione. La superficie è offuscata da depositi atmosferici. La pellicola pittorica è crettata e infragilita, in particolare lungo la fenditura tra le assi centrali, causata da movimenti del supporto ligneo.
 
Il restauro del dipinto prevede:
  • la fermatura della pellicola pittorica per consentire le operazioni di risanamento del supporto ligneo
  • la pulitura della superficie selettiva e il graduale assottigliamento della vernice
  • la stuccatura delle lacune e la reintegrazione pittorica con selezione cromatica/a imitazione
  • la verniciatura a spruzzo e a pennello
Il restauro include anche un intervento sulla cornice del dipinto che prevede: 
  • il consolidamento della struttura
  • la fermatura della superficie dorata e gli interventi di pulitura
  • stuccatura
  • doratura e patinatura
  • il risanamento del supporto ligneo con trattamento antitarlo in anossia
  • applicazione di cunei nella fenditura esistente tra le assi centrali eventuale registrazione delle traverse
La richiesta è pari ad un importo di € 8.000,00.